Vantaggi


CON I BUONI, IL PASTO È PIÙ LEGGERO PER TUTTI!
Dal loro arrivo in Italia negli anni Settanta, i buoni pasto, semplici da usare e convenienti dal punto di vista economico, hanno rappresentato una boccata d’ossigeno per il portafoglio sia dei lavoratori dipendenti che dei liberi professionisti, oltre che un valido strumento a sostegno del potere d’acquisto delle famiglie.
MA COS’È UN BUONO PASTO?
Il buono pasto è un titolo di pagamento dal valore prestabilito, consegnato dall’azienda al lavoratore dipendente, ma acquistabile anche dal libero professionista con partita IVA, per l’acquisto di un pasto o di prodotti alimentari presso esercizi convenzionati con la società emettitrice. I buoni pasto possono assumere diverse forme: dal carnet cartaceo a quella elettronica, mentre il valore dipende dagli accordi presi tra l’azienda e la società emettitrice. Ad oggi i buoni sono utilizzati quotidianamente da oltre il 40% dei lavoratori, pari a circa 2,5 milioni di lavoratori Italiani. Il dato è importante, ma conoscendone i vantaggi verrebbe da chiedersi come mai non li utilizzi anche il restante 60% dei lavoratori.
Processo amministrativo semplificato
Deducibilità totale
Iva totalmente detraibile
Per le P.Iva deducibilità al 75%
Validi per tutte le categorie di lavoratori
Busta paga senza aumenti di trattenute
Spendibilità in tutta Italia
Fidelizzazione della clientela
Rapidi conteggi
Controllo rapido sugli incassi